Pitta Calabrese: Che cos’è e dove acquistarla © Agricola Conforti

Pitta calabrese

Pitta Calabrese: Che cos’è e dove acquistarla © Agricola Conforti

 

Grazie al successo in questi mesi della nostra Pitta Calabrese prodotta a Cerchiara (un paesino di montagna in provincia di Cosenza), oggi vogliamo approfondire l’argomento con una mini guida per farti conoscere tutto quello che c’è da sapere su questo famosissimo alimento della più antica cucina calabrese.

E’ opportuno sapere innanzitutto, che la pitta si può trovare in due versioni:

  • Pitta Salata
  • Pitta Dolce

 

Pitta Calabrese: che cos’è?

La pitta nella versione “salata” è un tipo di pane tradizionalmente preparato in Calabria, che può essere confuso con una focaccia e a cui viene spesso data la forma di una ciambella.

La pitta viene tagliata orizzontalmente, per poi essere farcita con gli ingredienti più disparati.

Pitta calabrese panificio monti cerchiaraC’è chi vi aggiunge formaggi ed insaccati tipici della nostra regione, come il pecorino e il capocollo.

Altri invece preferiscono una variante più invernale con broccoli e salsiccia.

Al centro della scena però vi è sempre lei, la Pitta, il pane dalla crosticina croccante e dall’interno morbido e ben alveolato.

 

Pitta Calabrese – versione Salata: La storia

Le origini sono antichissime, e probabilmente legate alla storia romana della nostra regione.

“Pitta” deriverebbe infatti dal latino “picta”, ossia dipinta, e rifletterebbe l’usanza romana di utilizzare delle focacce decorate come dono alle divinità.

Altre fonti propendono invece per un’origine greca.

Fatto sta che l’area di principale diffusione della pitta pare sia sempre stata il Catanzarese, dove il termine “pitta” veniva tradotto con “schiacciata di pane”.

Questo prodotto veniva un tempo utilizzato per testare la temperatura del forno in vista della cottura del pane.

La Pitta non conosce confini e viene infatti prodotto in tutta la regione, partendo dal Catanzarese, passando per Vibo Valentia fino ad arrivare alla punta estrema dello stivale, Reggio Calabria.

In base al luogo di provenienza la pitta può assumere caratteristiche diverse.

 

Pitta ‘Mpigliata: La versione dolce della Pitta Calabrese

Quando il Natale si avvicina il pensiero di noi Calabresi si rivolge alla cottura della pitta “mpigliata (o pitta” impigliata; pitte “mpigliate), una pasta di uvetta.

Ogni dicembre, ricreiamo particolari ricordi dell’alimentazione più antica Calabrese.

La pitta calabrese nella versione dolce (‘Mpigliata) nasce nel paese di  San Giovanni in Fiore, nella zona montuosa della Sila in Calabria.

La dieta nei tempi antichi di queste popolazioni  era spesso scarsa e al massimo semplice.

Le due più grandi festività religiose di Natale e Pasqua erano periodi in cui una famiglia si affrettava a comprare ingredienti per fare un dolce o due.

Pitta calabrese mpigliata L’unica pasticceria che la gente di queste zone preparava a Natale era la pitta ‘mpigliata, che ogni San Giovannese deve avere per celebrare la festa.

Infatti della pitta ‘mpigliata si trovano riferimenti storici all’interno di un documento notarile risalente al 1728 in un contratto di matrimonio.

Sul documento si legge che questo matrimonio verrà celebrato a patto che: “.. a far la bocca dolce ai commensali penserà la famiglia dello sposo, che a fine pasto dovrà offrire la pitta ‘mpigliata, preparata anzitempo curando che la pitta sia di finezza giusta…“.

Come quasi tutti i dolci calabresi, è un dolce secco privo di creme.

Secondo la tradizione e le indicazioni della ricetta originale, la preparazione della pitta ‘mpigliata inizia due giorni prima per lasciare agli ingredienti, costituiti prevalentemente da frutta secca, il tempo necessario di armonizzarsi con gli aromi previsti.

Questo dolce tipico è conosciuto in tutta la Calabria.

Nel 2006 la Camera di Commercio di Cosenza ha inoltrato la richiesta per ottenere per questa preparazione tipica la denominazione di origine protetta.

Pitta Calabrese ‘mpigliata: Ingredienti della ricetta originale

Ingredienti per la sfoglia

Farina 00, olio extra vergine di oliva, vino dolce, spremuta di arancio dolce
zucchero semolato, un bicchierino di liquore dolce, un pizzico di cannella, la buccia di un arancia essiccata e tritata, un pizzico di sale.

Ingredienti per il ripieno

Miele, gherigli di noci, uva sultanina, mezzo cucchiaino di chiodi di garofano in polvere, un cucchiaino di cannella, scorza grattugiata di un arancio ed una di limone, un bicchierino di liquore dolce.

 

Pitta Calabrese: Dove acquistarla di qualità 

Se stai cercando un negozio online che ti possa spedire la pitta calabrese appena sfornata, sei nel posto giusto. 

Nel nostro shop proponiamo la pitta calabrese sia nella versione dolce che nella versione salata. 

La nostra pitta viene preparata a Cerchiara, un paesino di Montagna situato in Sila in provincia di Cosenza, durante la notte. 

Nello stesso giorno viene spedita per garantire alla nostra clientela un prodotto fresco e di altissima qualità.

 

Agricola Conforti
Contrada Colucci 93
San Giorgio Albanese CS

Condividi questo post

Comment (1)

  • rosa genovese rispondere

    E rieccomi a comprare ancora quest’olio buonissimo e la pitta, un sapore dimenticato della mia infanzia. Bravi, continuate così. Un abbraccio da una lucana trapiantata in Romagna.

    Giugno 6, 2020 a 10:26 am

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello:

Apri la chat
Hai bisogno di aiuto?
Ciao posso aiutarti?
Powered by