Capocollo calabrese: La qualità della Macelleria Conforti – Guida completa

Capocollo Calabrese: guida completa Macelleria conforti

Capocollo calabrese: La qualità della Macelleria Conforti – Guida completa

Hai mai sentito parlare di Capocollo Calabrese?Capocollo calabrese: guida completa La Macelleria Conforti di San Giorgio Albanese in provincia di Cosenza, da oltre 50 anni produttore di salumi di qualità, ha scritto per te una guida dove capirai che cos’é e come acquistarlo di qualità.

La Calabria, con i suoi scenari eterogenei, che vanno dalle spiagge alle montagne e ai boschi estesi, si distingue anche per la sua tradizione culinaria, che ancora oggi può lodare alcuni dei prodotti più apprezzati e famosi, conosciuti in tutto il mondo.

A tal fine, troviamo in particolare la grande produzione di salumi, come Capocollo, Soppressata, Pancetta e Salsiccia di Calabria, tutti prodotti con il marchio di Denominazione di Origine Protetta.

 

Capocollo Calabrese: la storia e le sue origini

Il Capocollo di Calabria, oltre agli altri prodotti calabresi DOP, fa ormai parte della tradizione e del folklore locali, grazie alla storia e al grande valore che i calabresi riconoscono.

Capocollo calabrese: la qualità della macelleria conforti

Nonostante le prime testimonianze della sua produzione risalgono al diciottesimo secolo, in realtà sembra che la carne di maiale fosse già lavorata al tempo della Magna Grecia.

In effetti, i salumi calabresi compaiono ufficialmente in alcuni documenti del diciassettesimo secolo e nella Statistica Murattiana, il censimento condotto dall’Università di Napoli nel 1809.

L’allevamento di suini e la produzione di carne e salumi sono aspetti tipici della tradizione calabrese.

In effetti, fino a poco tempo fa i maiali venivano macellati direttamente dal capofamiglia, con un rituale seguito da tutta la famiglia.

Il vecchio detto “dal maiale non buttiamo via nulla” deriva da questa abitudine.

Infatti le donne di solito raccolgono anche sangue di maiale, per produrre il tipico “sanguinaccio”. Questo uso è stato sostituito dai macellai di piccole e grandi fabbriche, che seguono ancora i metodi tradizionali.

 

Capocollo Calabrese: Ecco come si produce rispettando le antiche tradizioni

Il Capocollo Calabrese è il nome dato a coppa o lonza nel sud Italia.

In ogni caso si tratta di un salume ricavato dalla parte superiore della lombata.

Il suo trattamento segue il rigido Regolamento espresso dal Reg. CE n. 134/98, con la supervisione del Consorzio.

Capocollo artigianale calabrese

Il Capocollo calabrese originale è realizzato con suini nati e cresciuti in Calabria.

La prima fase è la selezione del lombo, che viene tagliato, disossato e accuratamente separato dal grasso superficiale che non deve superare lo spessore di 3-4 millimetri.

Più tardi c’è il processo di salatura.

I nostri macellai massaggiano la carne con sale e poi la lasciano riposare per 4-8 giorni.

Quindi ogni lombo viene lavato con acqua e aceto, pressato e coperto di pepe nero.

Infine, è avvolto nel diaframma di un maiale crivellato ed è legato con spago, pronto per essere stagionato per almeno cento giorni.

Siamo in grado di riconoscere l’originale Capocollo soprattutto per l’aspetto e il gusto.

Tra le caratteristiche più importanti, possiamo valutare in particolare l’estremo equilibrio tra le strisce bianche e rosse.

Pertanto, lo strato di grasso sottile che copre la superficie esterna di Capocollo deve avere uno spessore di 3-4 millimetri, per evitare l’essiccazione della carne durante la stagionatura.

Anche l’etichettatura può darci ulteriori suggerimenti sull’autenticità del prodotto.

 

Capocollo Calabrese: Il gusto dell’originale salume

Il Capocollo di Calabria è uno dei salumi italiani più apprezzati.

Il suo gusto allo stesso tempo delicato e speziato è in grado di soddisfare tutti i palati, sia quelli eleganti che quelli tipici calabresi, più abituati ai gusti forti.

L’originale Capocollo ha una forma cilindrica, arrotondata fuori bordo.

La superficie è interamente avvolta nell’intestino naturale e regolarmente legata con corde.

La presenza di diaframma e pepe nero conferisce a Capocollo il suo colore specifico, che varia all’esterno dal rosa al marrone-rosso, a seconda del grado di maturazione.

All’interno, invece, appare l’originale Capocollo di Calabria con le tipiche strisce bianche, più o meno sottili, che incrociano la carne.

Uno degli aspetti più apprezzati di Capocollo di Calabria è la sua grande resistenza al deterioramento.

Infatti, fin dall’antichità Capocollo è appeso alle travi del soffitto, anche per un anno.

Ovviamente la resistenza si riduce una volta affettata, ma può resistere anche per molti giorni se la si conserva in frigo.

 

Capocollo Calabrese: Guida al taglio delle porzioni e abbinamento

Il Capocollo di Calabria incarna l’equilibrio dei sapori, grazie alle delicate note di carne e al profumo delle spezie.

Queste importanti caratteristiche lo rendono un prodotto versatile, in grado di combinarsi perfettamente con molti alimenti.

Il Capocollo è ottimo da solo, affettato finemente, come antipasto o spuntino tradizionale, magari con una fetta di pane fragrante e gustosa, come il Pane di Cerchiara o il Pane di Matera DOP.

Tuttavia, tutti i salumi calabresi hanno un ruolo di primo piano sia nella cucina tipica che in quella elegante, sottolinea ancora una volta la sua versatilità.

Per chi preferisce apprezzare il gusto speciale dei salumi calabresi naturali, consigliamo un tagliere con prodotti tipici, come Capocollo, Soppressata, Pancetta, Salsiccia di Calabria. Anche alcuni formaggi locali, come il Caciocavallo Silano o il Canestrato Pugliese, sono perfetti per accompagnarlo.

Possiamo creare una buona combinazione anche con un altro tipico salume calabrese, la nduja calda, arricchita con alcune fette di Cipolla di Tropea DOP, che ricordano con la sua dolcezza il gusto di Capocollo.

Per un abbinamento più elegante, possiamo preparare un risotto o una torta, usando Capocollo, funghi e Gorgonzola DOP.

Per accompagnare Capocollo di Calabria, possiamo scegliere vini rossi abbastanza corposi e non troppo acido tannico, possibilmente locale, come il Cirò DOC o il famoso Primitivo di Manduria DOC, prodotto nella vicina Puglia.

 

Capocollo Calabrese: porta a casa tua a tradizione calabrese

Vuoi portare a casa tua la vera tradizione Calabrese?

La cura e la genuinità dei prodotti di una volta?

Qui di seguito troverai il link per acquistare il nostro prodotto.

Capocollo Calabrese

  • Capocollo dolce

    4.80 out of 5

    Prodotto artigianale di qualità

    Stagionatura 90gg

    Prezzo al kg euro 20,35

    “Per qualsiasi informazione riguardante gli ingredienti o altre informazioni potete chiamare in azienda allo 0983/854319 oppure inviare un WhatsApp al 3394666650”

     

    Conforti food passion logo

    14,6529,30

 

Grazie per l’attenzione

 

 

Macelleria Conforti
Contrada Colucci 93
San Giorgio Albanese Cs

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello:

Apri la chat
Hai bisogno di aiuto?
Ciao posso aiutarti?
Powered by